Personaggio di Stargate
{{{immagine}}}
{{{didascalia}}}
{{{nome}}}
Razza {{{razza}}}
Grado {{{grado}}}
Interprete film {{{film}}}
Interprete serieTV {{{tv}}}
Prima apparizione {{{prima}}}

Alan Armstrong era il Senatore della California e supervisore politico della divisone del progetto Stargate intenta a scoprire la funzione del nono blocco. Venne seguito in questa missione da sua figlia, Chloe Armstrong. Alan sacrificò sé stesso per salvare le persone a bordo della Destiny, chiudendo manualmente il portellone di uno shuttle dannegiato, isolando così il resto della nave dal vuoto cosmico. La porta poteva essere infatti chiusa solo manualmente dall'interno. Armstrong, che aveva riportato delle gravi ferite durante l'attacco alla Base Icarus, decise dunque di compiere questo sacrifico per salvare la vita degli altri passeggeri della Destiny. Entrato nello shuttle, chiuse per sempre la porta, e morì in seguito per soffocamento. La sua morte venne pianta dalla figlia Chloe, che inizialmente ritenne Nicholas Rush il responsabile del tragico incidente.[1]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  1. SGU - Air
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.